Resoconto IX edizione Concorso Artistico Letterario Volo di pegaso

Partecipare al concorso letterario "Il volo di Pegaso" è sempre un piacere! Ritengo rappresenti un'ottima occasione per avvicinare il paziente all'arte e far conoscere i tanti talenti nascosti al mondo.

Ho partecipato con piacere alla IX edizione del Concorso in quanto credo nel messaggio che esso racchiude, che non c'è limite alla conoscenza e la ricerca tutta ha bisogno di sapere, di conoscere, anche attraverso l'arte e attraverso il sentire e la voce del paziente.

La IX edizione è stata molto significativa mi ha gratificato scrivere la poesia "All'ombra del vero ti ho incontrata" che racconta il mio viaggio dalla scoperta della malattia a oggi, la vita nella sua complessità alla fine è bella. Il tema del concorso " il viaggio" e la mia idea era rappresentarlo con una poesia.

Il Concorso nel suo compito di divulgazione porta a conoscenza realtà artistiche uniche, unisce le conoscenze e aiuta il paziente a solidarizzare, ove l'individuo da solo non riesce forte della sua rarità, ma nell'insieme di un complesso ove le forze si uniscono e le voci pure, è più facile farsi notare, portando a conoscenza dell'opinione pubblica queste realtà. Il concorso è un bellissimo strumento che vuole crescere insieme ai pazienti divulgando l'arte come forma terapeutica.

Della IX edizione mi è rimasta dentro un'emozione: il giorno della X giornata delle malattie rare presso il liceo scientifico A. Romita (Campobasso) ho letto la mia poesia ai ragazzi del liceo in questione... al termine della lettura, mi si è avvicinata una Prof. che mi ha chiesto se poteva trattenere la mia poesia. Forse per molti è una banalità, ma gesti di questo tipo sono esempi di Rara normalità.

Concludo ringraziando gli ideatori i collaboratori del Concorso "IL VOLO DI PEGASO" augurando Loro tutti una Buona Vita.